Horseman (vecchio progetto)

(based on the Klon® Centaur™)

Horseman Eagle Files

Horseman - 02

Il Klon Centaur è uno degli overdrive più ricercati in ambito chitarristico. La difficile reperibilità unita ai prezzi proibitivi sul mercato dell’usato hanno contribuito ad accrescerne la fama negli anni.
In seguito ad un attento lavoro di reverse engineering, da alcuni anni è disponibile lo schema.

Nonostante i classici 3 controlli, il Centaur nasconde una complessità inusuale che lo differenzia da un normale overdrive a la Tube Screamer.

In breve, il segnale viene diviso in tre parti: basse, medie e alte. Le basse e le medie vengono mixate insieme e le alte vengono fatte passare attraverso una sezione di overdrive. Le tre parti vengono poi sommate insieme da uno stadio sommatore alimentato con tensione duale a +18V/-9V (punto di lavoro a +4,5V), per evitare il verificarsi di clipping indesiderati. All’aumentare del gain il livello delle basse e medie presenti nel mix finale viene ridotto grazie ad un potenziometro dual-gang che simultaneamente incrementa il guadagno dello stadio di overdrive e riduce il livello delle basse e medie.
Il controllo dei toni è attivo, permettendo di incrementare o tagliare la presenza delle alte.

Partendo da questa base, in accordo con i nostri gusti personali, abbiamo deciso di migliorare alcuni aspetti del Klon Centaur.

Schema
Al posto del MAX1044 è stato utilizzato un convertitore DC/DC con specifiche migliori. La massima tensione dʼingresso applicabile passa da 10V a 15V, in questo modo si riducono i rischi di rottura nel caso si usi un alimentatore da 9V non perfettamente stabilizzato.
La frequenza nominale dellʼoscillatore interno è pari a 25KHz con possibilità di essere aumentata tramite lʼuso di un condensatore esterno. In questo modo vengono ridotti i rischi legati a fenomeni di intermodulazione. La corrente massima erogabile passa da 10mA a 100mA, fattore non critico in questo caso.

Massa virtuale di precisione, ottenuta tramite lʼuso di un rail-splitter.

Tre diverse modalità di clipping selezionabili tramite switch SPDT on/off/on.

  • NORMAL: clipping simmetrico con due diodi al germanio 1N34A in antiparallelo. Opzione utilizzata originariamente nel Klon Centaur.
  • MOS: clipping asimmetrico, utilizzando i diodi di body intrinseci dei 2N7000 e un diodo schottky BAT41.
  • LED: clipping simmetrico/asimmetrico con due diodi LED in antiparallelo. Utilizzando due diodi LED dello stesso tipo (stessa tensione di soglia) si ha un clipping simmetrico, diversamente, usando due LED di colori diversi (con tensione di soglia diverse), si ottiene un clipping asimmetrico.

Il primo TL072 è stato sostituito con un TLC2262 per ottenere un clipping più “musicale”. Il secondo TL072 è stato sostituito da un opamp con specifiche migliori, quale lʼOPA2134. Nel caso si vogliano utilizzare altri opamp, è importante prestare attenzione alle tensioni di alimentazione, al fine di non danneggiare gli integrati.

Horseman è buffered bypass in quanto abbiamo voluto mantenere questa caratteristica che contraddistingue il Klon Centaur.

Horseman Buffer

Risposta in frequenza del buffer

Rispetto al circuito originale sono stati modificati i valori di alcuni componenti al fine di aumentare la risposta alle basse frequenze della sezione di overdrive.
R8 2K –> 680
R9 15K –> 4,99K
C6 82n –> 180n

Horseman Original

Risposta in frequenza del circuito originale facendo variare il gain e mantenendo toni e volume al massimo.

Horseman Mod

Risposta in frequenza del circuito modificato facendo variare il gain e mantenendo toni e volume al massimo.

Il circuito di controllo toni è rimasto invariato.

Horseman Tone Control

Risposta in frequenza del circuito modificato facendo variare i toni e mantenendo il gain a metà e il volume al massimo.

PCB, layout ed assemblaggio
Il PCB è stato pensato e progettato per essere alloggiato in una scatola Hammond 1590B. Per raggiungere questo scopo alcune resistenze andranno montate verticalmente.
Gli unici componenti da collegare fuori scheda sono i potenziometri e il jack di alimentazione.

Alimentazione
Questo circuito va alimentato a 9V DC, preferibilmente usando un alimentatore stabilizzato.

Stato del progetto
Verificato e funzionante.

Horseman 01 by soundwavedesign

Sommario e lista dei file
Horseman Schematic
Horseman Component List
Horseman Layout
Horseman PCB
Horseman Connections

Creative Commons License
Horseman by Soundwave Design is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License.

8 responses to “Horseman (vecchio progetto)

  1. guardando lo schema non riesco a capire bene lo switch del clipping. mi sembra di capire che quando l’effetto è attivo i led sono sempre nel percorso del segnale e si sceglie se attivare anche i due diodi al germanio oppure i mosfet oppure nessuno dei due…
    quindi alla fine le combinazioni sono:
    1.diodi germanio+LED
    2.mos+LED
    3.LED
    sono io che ho capito male oppure è così che funziona?
    non voglio fare il rompiscatole è solo che mi interessa capire, così solo a scopo didattico.
    grazie,
    nicolò

    • Se i diodi al germanio o i transistor MOS sono collegati, avendo una soglia di conduzione più bassa dei LED, ne impediscono l’entrata in conduzione. I LED conducono solo quando sono gli unici ad essere connessi (posizione centrale dello switch on-off-on).

    • Nel modello che vedi in foto sono stati usati dei normali potenziometri Alpha da 16mm per i potenziometri singoli mentre per il potenziometro doppio un potenziometro Alpha da 12mm.

  2. Ciao, grazie per la risposta sui pots. Finito l’assemblaggio dell’horseman ho un altro problema: nella modalità germanio funziona tutto correttamente mentre switchando in modalità led e mosfet e con il gain abbastanza aperto (diciamo da 3/4 a fine corsa) c’è un innesco (un rumore ritmico una sorta di pulsazione) che rimane costante e si ferma solo abbassando nuovamente il gain sotto i 3/4. A cosa può essere dovuto?

    Grazie,
    Massimiliano

    • Ciao,
      prova con R17=150kOhm (tolleranza 1%) e C13=2,2nF (possibilmente tolleranza 5%).
      Questa modifica, abbassando il guadagno dello stadio IC2A, oltre a rendere il volume più usabile ha anche il vantaggio di migliorare il rapporto segnale rumore.

  3. Ciao. Ho cercato le caratteristiche dei Pots Alpha stereo dei 16 e dei 12mm, ma la differenza di spessore sembra essere di appena 0,5mm.
    Dunque dovrebbe starne anche uno da 16, credo…… Dove trovo (se disponibile ovviamente) un Template che aiuti a forare con precisione la Hammond 1590B?
    Grazie.
    Roberto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s